domenica 24 maggio 2009

Lo sapevate che....

  • E' impossibile leccarci il gomito
  • I genitori più giovani di tutti i tempi, età 8 e 9 anni, vissero in Cina nel 1910
  • Se una statua rappresenta una persona su un cavallo che ha entrambe le zampe anteriori sollevate, significa che la persona in questione è morta in guerra. Se il cavallo ha solo una zampa anteriore sollevata, la persona è morta a seguito di una ferita riportata in guerra. Se il cavallo ha tutte le quattro zampe a terra, la persona è morta per cause naturali.
  • L'unico alimento che non si deteriora è il miele.
  • Lo scarafaggio può vivere nove giorni anche se privato della testa, dopodiché ...muore di fame.
  • Il cuore di un gamberetto è nella testa.
  • In Scozia, quando inventarono un nuovo gioco solo per uomini, lo chiamarono "Gentlemen Only Ladies Forbidden" da cui, più semplicemente, G.O.L.F.
  • La Coca-Cola, originariamente, era verde.
  • La prima coppia mostrata a letto insieme in TV fu Fred e Wilma Flintstone.
  • Jack lo squartatore era una donna
  • Se, contro natura, tenete gli occhi aperti mentre startunite, potrebbero uscirvi dalle orbite.
  • I ratti si moltiplicano così rapidamente che, in soli 18 mesi, una coppia può avere più di 1 milione di discendenti
  • La maggior parte dei rossetti contiene delle lische di pesce
  • Più del 50% delle persone, in tutto il mondo, non hanno mai fatto o ricevuto telefonate.
  • Il 75% delle persone che leggono questo post hanno provato a leccare il proprio gomito!

sabato 23 maggio 2009

E' possibile non accorgersi di aspettare un bambino?...anzi due?

Secondo voi è possibile non accorgersi di aspettare un bambino? Ogni tanto ho sentito notizie di qualche teenager che per nascondere una gravidanza ai genitori indossavano solo maglioni larghi ma quello che è accaduto a Sally Giles, una donna di 34 anni della Gran Bretagna, sembra assurdo e ai limiti della realtà. Sally si sentiva debole e così un giorno ha pensato di recarsi dal suo medico che le ha consigliato di eseguire alcuni test. I medici dopo poco hanno compreso che quei sintomi erano tipici della gravidanza. Gravidanza che (udite bene) era arrivata al sesto mese e la donna portava in grembo ben due gemelle.La cosa che se vogliamo può sembrare ancora più strana è che la donna continuava ad avere regolarmente il ciclo e non aveva il pancione, e , inoltre,(ancora più incredibile) prendeva regolarmente la pillola!
Insomma è davvero una storia da non credere! Speriamo che la scienza un giorno riesca a spiegare anche queste strane gravidanze.

Una buona notizia per gli amanti del caffè


Un importante studio condotto dall’Università di Milano su 1.000 donne con e senza una diagnosi di cancro all’endometrio, avrebbe dimostrato che il consumo di caffè protegge efficacemente dal rischio neoplastico all’endometrio.
Secondo tale studio le donne che consumano caffè, senza esagerare, sia chiaro, hanno 13 probabilità su cento in meno di sviluppare adenocarcinomi dell’endometrio rispetto a chi non beve alcun caffè e il 36% in meno di probabilità rispetto a chi beve tale bevanda in quantità eccessiva.
Questa è una buona notizia per chi, come me, è un amante del caffè e lo usa come scusa per fare delle interminabili pause studio :)

lunedì 4 maggio 2009

Un eterno amore

... furon trovati tra tutte le orride carcasse, due scheletri, di cui l'uno teneva l'altro saldamente abbracciato. Uno di quei due scheletri appartenente ad una donna, aveva ancora attaccato qualche brandello di stoffa che era stata bianca, e accanto al suo collo si vedeva una collana di pietre turchine... l'altro, che teneva il primo strettamente abbracciato, era lo scheletro di un uomo. Si notò che aveva la colonna vertebrale deviata, la testa affondata nelle spalle e una gamba più corta dell' altra. Nessuna vertebra della nuca appariva spezzata: evidentemente la morte di lui non era avvenuta per impiccagione. L' uomo a cui quello scheletro era appartenuto era dunque venuto là, e vi era morto. Quando tentarono di staccarlo dallo scheletro a cui cera abbracciato, si disfece in polvere.

( Notre Dame De Paris, Victor Hugo )

Notre Dame de Paris è sicuramente uno dei miei libri preferiti, nel quale viene narrata la tanto eterna, quanto impossibile, storia d'amore fra Quasimodo, il campanaro gobbo della cattedrale di Notre Dame, e Esmeralda, la bella gitana. Un amore condannato dall'ingiustizia e dall'ipocrisia del mondo.
Purtroppo ,come spesso accade, l’amore della protagonista viene diretto verso colui che non ama e non merita, in questo caso Febo, il bel capitano delle guardie del Re, a sua volta fidanzato di Fiordaliso. Il quale prima si finge innamorato ma poi, per paura delle ripercussioni sociali e del perbenismo borghese, con l’inganno fa condannare Esmeralda a morte, accusandola di stregoneria per poter finalmente sposare la sua ricca fidanzata. Quasimodo, dopo aver assistito all'impiccagione della sua amata, resosi conto del tradimento di Febo e dell'arcidiacono, folle di rabbia, getta Frollo dalla torre. Così distrutto dal dolore, il gobbo conduce il corpo dell'amata alla fossa comune dove si lascerà morire al suo fianco. L’amore finisce così in una tragedia, le cui vittime divengono proprio coloro che hanno sinceramente amato.

mercoledì 29 aprile 2009

Per tutti quelli cresciuti negli anni '90

Noi... che ci divertivamo giocando a strega comanda color... a palla avvelenata e a 1,2,3, stella

Noi... che avevamo i pattini con 4 ruote, non in fila, e che si allungavano quando il piede cresceva.

noi... che facevamo a gara a chi masticava più big babol contemporaneamente e a chi faceva la bolla più grossa

Noi.... che giocavamo a "Indovina chi?" anche se conoscevamo tutti i personaggi a memoria

noi...che in Tv guardavamo solo i cartoni animati... e che erano ancora bellini

Noi...che abbiamo raccontato 1000 volte la barzelletta del fantasma formaggino

Noi...che collezionavamo le schede telefoniche

Noi...che il nostro cartone preferito era Sailor moon

Noi...che alle elementari facevamo i balletti delle Spice Girls

Noi che giocavamo con cristall ball

Noi...che nelle foto di scuola facevamo sempre le corna ed eravamo sorridenti

Noi...che il bagno si poteva fare solo dopo tre ore

Noi... che compravamo le superga nei cestoni e non costavano ancora nulla


Se voi avete altri ricordi di questi fantastici anni aggiungeteli!!!



Copyright

Volevo condividere con voi la mia passione per i cartoni della disney e avevo trovato uno splendido video su you tube, purtroppo, però, senza audio!

Come sottofondo c'era la canzone dal titolo " kiss me", che però è stata tolta per motivi di copyright.

Ma basta, che senso ha? Tanto si sa, basta andare su emule e scaricarla!

E' inutile rimanere radicati a delle leggi, che sono state approvate, per la prima volta, nel XVI secolo ( dalla monarchia inglese!) Ormai i tempi sono cambiati, le tecnologie si sono evolute e non vedo perchè la legge non possa essere svecchiata.

Addirittura il Parlamento Europeo si è espresso a favore dello stiracchiamento della durata del diritto d'autore. A farlo desistere non sono bastate le reazioni di consumatori che premevano per un più equo equilibrio nella retribuzione e nell'incentivazione della creatività; sono rimasti ignorati anche gli studi di esperti in materia secondo cui l'estensione della durata del diritto d'autore finirebbe per ricompensare le sole etichette e i soli mostri sacri, inaridendo nel contempo il patrimonio del pubblico dominio.

Si sa, infatti, che le persone che ci guadagnano da tutto questo, sono i titolari delle case discografiche; questo in un certo senso accadeva già nel XVII secolo:

Temendo una liberalizzazione della stampa e la concorrenza da parte di stampatori indipendenti ed autori, gli editori seppero farsi valere in Parlamento. Basandosi sull'assunto che gli autori non disponessero dei mezzi per distribuire e stampare le proprie opere (attività all'epoca assai costosa e quindi riservata a pochi), mantennero tutti i privilegi acquisiti in passato con un'astuzia: attribuire ai veri autori diritti di proprietà sulle opere prodotte, ma con la clausola che questa proprietà potesse essere trasferita ad altri (loro) tramite contratto.

Di lì in poi gli editori non avrebbero più generato profitto dalla censura sulle opere, ma semplicemente dal trasferimento dei diritti firmato (più o meno volontariamente) dagli autori, trasferimento in ogni caso necessario per la altrimenti troppo costosa pubblicazione delle opere.

Ma visto che, al giorno d' oggi, la tecnologia rende tutto semplicissimo, perchè, per una volta, non potrebbero essere i consumatori a trarre dei vantaggi???

Io, intanto, grazie alle innumerevoli risorse di internet, ho trovato un altro video, forse anche più bellino!


video

venerdì 24 aprile 2009

CUCINA MOLECOLARE: GELATO ALL' AZOTO LIQUIDO

Qualche giorno fa, guardando uno dei miei programmi preferiti, "Striscia la notizia", ho scoperto che cos' è la cucina molecolare.

Per chi non fosse a conoscenza dell' argomento, si tratta di un insieme di ricette, in continua crescita, basate su nuove tecniche. Quest' ultime derivano dall'applicazione alla cucina di conoscenze scientifiche, in linea di principio anche estranee al mondo del cibo (fonte: "Il gelato estemporaneo e altre invenzioni gastronomiche", ed. Sperling e Kupfer).

L' argomento, ovviamente, mi ha incuriosito e navigando su internet, ho trovato una serie di ricette, come gli Gnocchi molecolari e il rombo assoluto , ma quella che mi ha colpito di più è stata il gelato all' azoto liquido.

In genere la preparazione del gelato richiede dei macchinari molto sofisticati, e una ben precisa dose dei vari ingredienti, a tal punto che anche un piccolo errore può essere fatale.
Preparare il gelato con l'azoto liquido è invece, estremamente semplice.

Se per esempio, vogliamo del gelato all' arancia, basta versare in una scodella un po' di succo ( a seconda della quantità di gelato che vogliamo ottenere) e poi versare, sempre nella stessa scodella, un po' di azoto liquido, a seconda della consistenza che si vuol dare al gelato
Questa procedura offre notevoli vantaggi:

1) E' velocissima, pensate che uno chef ha prodotto un Kg di gelato in 13 secondi.

2)E' facile ,perchè non dobbiamo usare macchinari complicati

3) Ecnomico, perchè l'azoto liquido costa 1 euro al litro

4) Il gelato viene particolarmente cremoso. L'azoto liquido, infatti, si trova ad una temperatura di -196°, di consegunza, comporta il congelamento istantaneo del succo, in questo caso, con la conseguente formazione di piccolissimi cristalli di ghiaccio!

Insomma questa cucina molecolare sembrerebbe assolutamente conveniente e rivoluzionaria, poichè accosta le conoscenze chimiche alla cucina.

C'è un però: secondo il servizio trasmesso da"Striscia la notizia" alcuni chef ( imbroglioni senza ritegno ) utilizzerebbero tantissimi additivi chimici, per far apparire le loro portate più gustose o , addirittura per risparmiare sugli ingredienti ( poichè gli additivi chimici porterebbero anche ad un aumento di volume delle portate).

Questi additivi, se usati in modo scorretto o eccessivo, possono esser dannosi per tutti noi.
Quindi il mio consiglio è di stare al passo con la tecnologia e la scienza, ma non rischiare di mangiare qualcosa di completamente innaturale e chimico, dimenticandoci della buona cucina genuina.










video